Intervista alla Presidente della Consulta degli Stranieri di Cagliari

INTERVISTA ALLA PRESIDENTE DELLA CONSULTA DEGLI STRANIERI DI CAGLIARI

DI VALERIO GIACALONE

 

Domanda: Buon Giorno, siamo qui con la neo eletta presidente della Consulta degli stranieri di Cagliari Lina Zhan, nata a Zhejiang il 28/ 03/ 1987.
Innanzitutto complimenti per questo incarico, ma vorremmo sapere subito di cosa si tratta , che cosa è questa consulta?

Risposta: Buongiorno, la consulta è uno strumento che il comune di Cagliari ha voluto istituire per dare, prima di tutto una rappresentanza ai cittadini stranieri residenti a Cagliari, e in secondo luogo per dar voce ai numerosi stranieri che vivono in città.
D: Quanti stranieri ci sono a Cagliari e quali sono le più numerose comunità?

R: I cittadini stranieri a Cagliari sono circa 5000, la comunità più numerosa è quella filippina, a seguire quella ucraina, cinese, rumena, senegalese, bangladesi, pakistani e bosniaci.
D: Queste comunità interagiscono tra loro o rimangono  indipendenti?
R: Dipende dalle comunità, e credo anche dagli interessi in comune che hanno

D: Qual è il fine di questa Consulta?
R: Come detto precedentemente la finalità di questa consulta è quella di dare voce alle diverse realtà etniche cagliaritane, la Consulta come dice il nome stesso ha un potere consultivo e propositivo

D: Quali sono le cariche ufficiali all’interno della Consulta?

R: La consulta ha un ufficio di presidenza che è costituito dal presidente, il vice presidente, 3 membri dell’ufficio

D: Dove vi riunite e ogni quanto vi riunite?
R: In base allo statuto la consulta si riunisce di norma 4 volte all’anno.  Le istituzioni provvederanno a darci una sede per le riunioni. Fino ad oggi abbiamo fatto una riunione dell’ufficio di presidenza e 2 riunioni della consulta la nostra intenzione è di riunirci ogni qual volta ci sia necessità.

D: Qualche progetto a breve termine?
R: Progetti a breve termine, per ora, non ci sono stiamo portando avanti progetti che  suppongo che siano a lungo termine, in base alle riunioni che abbiamo fatto abbiamo deciso di  trattare, in primis, il problema del permesso di soggiorno, che è la base della nostra permanenza in questo paese.

D: Come si sente a rappresentare gli stranieri che vivono nella nostra città? paura? orgoglio? soddisfazione?
R: Be, le preoccupazioni sono tante, a partire dalla paura di deludere tutti coloro che ci hanno votato, coloro che hanno insistito tanto alla creazione della consulta, ma so che lavoreremo bene e non avremmo rimpianti, perché ce la metteremo tutta.

D: Lei è di origine cinese cosa si potrebbe fare per far integrare maggiormente la comunità cinese nel nostro territorio? Una comunità che a confronto di altre rimane un po’ chiusa, un po’ in disparte…

R: Domanda difficile, non ho una risposta giusta a questo problema ma credo che ognuno è libero di fare le proprie scelte e spero che molti sceglieranno la strada dell’integrazione come ho deciso di fare io. J

 

Ringraziamo con affettola nostra neo Presidente Lina Zhan  e Le auguriamo un buon lavoro per il suo incarico. Grazie  di cuore

 

Valerio Giacalone Mazzucchelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *